Corte Fattori.jpg

Musei della civiltà contadina

Nel territorio mantovano esistono vari modi per conservare il ricordo di un mondo rurale purtroppo oggi ormai quasi scomparso: due tra questi sono i musei della civiltà contadina, che raccolgono attrezzi e utensili cercati pazientemente o donati negli anni, e i musei familiari, vale a dire collezioni di oggetti all`interno delle aziende agricole e agrituristiche, che spesso fanno parte della storia dell`azienda e della famiglia stessa, testimonianze utilizzate generazione dopo generazione fino a pochi decenni fa.

Museo della civiltà contadina

A Bagnolo San Vito da oltre tre anni prosegue sul territorio bagnolese un'interessante raccolta di materiale etnografico riguardante i vari aspetti della civiltà contadina nella prima metà del '900, in linea con un progetto del Provveditorato: "Dalla memoria alla storia" che coinvolge numerose famiglie, la scuola, l'Ente locale, associati e altre agenzie educative e culturali a cui vanno sinceri riconoscimenti.

Via Renolfa 46031 Bagnolo San Vito (MN). Tel. 0376415614. www.comune.bagnolosanvito.it

Museo Civico Polironiano di San Benedetto Po

Il Museo è uno dei maggiori musei etnografici d'Italia. Con oltre 13.000 oggetti costituisce un importante documento storico e propone un recupero delle testimonianze, materiali e immateriali, specifiche dell'area di riferimento del Museo: la pianura fluviale solcata dal Po, adagiata tra le Prealpi e l'Appennino Tosco-Emiliano. La prima parte (sezioni 1 - 15)  è dedicata alla cultura materiale e alla società rurale; la seconda (sezioni dalla 16 alla 24) è riservata alla magia, alla religione popolare, alle leggende locali e alle espressioni artistiche del mondo padano. Oltre a scandire le varie fasi dei diversi lavori agricoli, la collezione prende in considerazione i mestieri artigiani, ricostruisce gli affascinanti ambienti del mondo contadino, non trascurando i prodotti dell`arte popolare, tra cui una raccolta di marionette storiche, con tanto di scenari dipinti e copioni che vanno dal XVII al XX secolo. 

Piazza Teofilo Folengo, 22. 46027 - San Benedetto Po (MN) [email protected]

Museo Civico - Centro di Documentazione Ecomuseo Valli Oglio Chiese

Qui sono stati riuniti reperti che documentano la storia e la vita del territorio tra le Valli dell`Oglio, del Chiese e del Naviglio. La civiltà del fiume è narrata attraverso imbarcazioni, oggetti relativi alle attività fluviali, testimonianze degli antichi mestieri del fiume (pescatori, lavandaie, cavallanti, traghettatori, mugnai, scariolanti...). Di grande interesse la sezione dedicata a "miti e riti nelle tradizioni popolari", mentre nella parte riservata al "vivaismo" vengono rievocate le attività produttive tipiche della storia cannetese: il mestiere dell`"ortolano", che oggi è diventato "il vivaista".

Piazza Gramsci 78 46013 Canneto sull'Oglio (MN). 0376725567. [email protected]

Museo del Po di Revere

Nel 1990 è stato istituito il Museo del Po di Revere, che riunisce reperti preistorici relativi ad un villaggio della cultura delle Terramare ritrovato nella zona, e testimonianze più recenti sulla vita attorno al fiume Po. Affascinanti sono le documentazioni relative ai mestieri ormai scomparsi, come il pescatore. Uno splendido battello da pesca del Po originale fa bella mostra di sé, accanto a dieci fiocine di varie dimensioni. Alle pareti sono esposti antichi documenti autentici riguardanti la vita e il lavoro di coloro che vivevano sul fiume. Non mancano reti da pesca tipiche della zona, come nasse e bartavelli. Infine, esemplari imbalsamati di fauna fluviale.

Piazza Castello, 12 46036 Revere (MN). Comune:038646001  Pro Loco:3356702863. [email protected]